:: HOME ::
INFORMAZIONI
Consigli di Viaggio
Storia
Geografia
Economia
Arte
Cultura
Gastronomia
Eventi e Festività
Viabilità
Sicurezza
Trasporti
Voli Internazionali
Siti di Immersioni
Stati Messicani
DA VISITARE
Acapulco
Case Mexicane
Chichen Itza
Monte Alban
Palenque
Ria Lagartos
Riviera Maya
Siti Maya
Teotihuacan
Da non perdere...

BAJA CALIFORNIA
La Bassa California (Baja California) è uno stato del Messico situato all'estremo nord-est del paese, nella parte settentrionale dell’omonima penisola. Lo stato è bagnato ad ovest dall'Oceano Pacifico, a est dal mare di Cortés, mentre confina a est con lo stato di Sonora e a sud con quello della Bassa California del Sud. Oltre alla capitale Mexicali, le città più importanti sono: Tijuana, Ensenada, San Felipe, Rosarito e Tecate.
Baja California La California è considerata da tutti uno dei luoghi mitici della vacanza, ma pochi sanno che la parte messicana, possiede scenari di straordinaria bellezza. Attualmente, questo stato è ricco di tradizioni, di folklore, di villaggi di origine coloniale tra i più affascinanti del Messico. La capitale però trovandosi al confine con gli Stati Uniti, risente dell’influenza americana soprattutto per quanto riguarda l’economia, basti pensare al nome mexicali che è costituito dall’anagramma delle parole MEXI-co e CALI-fornia. Fondamentalmente però è una città tranquilla dove tutto è condizionato dall’altissima temperatura e dal sole insopprimibile. A Mexicali il turista non avrebbe modo di annoiarsi! Potrebbe assistere alla corrida, oppure agli incontri di pugilato o di lotta libera o ancora potrebbe prendere lezioni di golf. Di notte potrebbe andare a ballare la musica de banda oppure recarsi negli innumerevoli taquerie per mangiare i famosi tacos e ovviamente bere la tipica tequila. Immediatamente a sud del confine tra Stati Uniti e Messico è situata la metropoli con oltre due milioni di abitanti, Tijuana.
Per la sua posizione di transito a solo 23 km. dal centro di San Diego (California, USA) viene considerata la città di frontiera più visitata al mondo. Pur essendo incerte le notizie sulle origini del suo nome, i più attenti hanno dato due tesi; la prima di queste fa discendere il nome della città da quello di un ranch che sorgeva sull’area ove oggi sorge la città: “Rancho de Tìa Juana” ; invece nella seconda tesi si ipotizza che il nome sia stato assegnato da una tribù di Nativi: “Tiguan” che significa “vicino all’acqua”. Tijuana viene spesso indicata come città di partenza o di termine degli itinerari che attraversano la Baja California. Quando nel 1917 nella vicina San Diego entrò in vigore il proibizionismo, evidenziato con la proibizione degli alcolici in tutto i territorio statunitense, Tijuana colse subito l’occasione e divenne nel giro di breve meta di centinaia di americani attratti dal gioco d’azzardo, dai locali di cabaret e dai night club. A poco più di un’ora di macchina dal confine con gli Stati Uniti, c’è la località di Ensenada che si affaccia su un’ampia baia costeggiata dalle acque dell’oceano Pacifico. Questa baia, scoperta nel 1542 e conosciuta con il nome di Ensenada de Todos Santos, era la tappa sicura delle imbarcazioni spagnole che trasportavano merci tra le Filippine ed Acapulco. Nel 1870, grazie anche alla scoperta di alcuni ricchi giacimenti d’oro nella zona, l’allora villaggio di Ensenada si sviluppo rapidamente divenendo in breve tempo un importante porto oltre che ricca città centro di scambi e di commercio. Grazie all’enorme impulso ricevuto dai visitatori americani, in fuga dal proibizionismo americano, nel giro di pochi anni vennero costruiti resort ed hotel lungo tutta la baia. Purtroppo però con il prosciugamento delle miniere e la fine del proibizionismo, tutto tornò alla normalità, vale a dire ad una economia rurale.

Attualmente Ensenada è una importante città portuale ove fanno tappa le navi da crociera che solcano l’Oceano Pacifico. La maggiore attrazione della zone è la Bufadora. Si tratta di una cava naturale con un effetto simile a quello di un geyser dove l’azione del vento, delle onde, e della marea crea un enorme getto d’acqua di mare che in condizioni ideali raggiunge un’altezza di circa trenta metri. Altra località della Bassa California è Bahìa de Los Angeles che pur non offrendo strutture ricettive di qualità è considerata un paradiso per gli amanti della natura. L’arcipelago di isole di fronte alla baia è area protetta dal 1978 ed ospita numerose specie di uccelli, come gabbiani e rondini di mare reali.
Altro piccolo gioiello nel deserto, che offre al viaggiatore un’atmosfera di quiete e bellezza, è Punta Chivato. unici nel suo genere, con chilometri di spiagge incontaminate e solitarie. Nelle acque pulitissime della Bahìa di Santa Inés è possibile osservare diverse varietà di mante, delfini, pesci martello e migliaia di pesci tropicali. L’arcipelago di isole che sorgono di fronte alla punta sono degno scenario ti tramonti mozzafiato. Le sue acque sono abitate da diverse varietà di mante, delfini, pesci martello e migliaia di pesci tropicali. A circa 70 km dal bivio per El Crucero sulla strada statale principale si trova La Bahia De Los Angeles. Per i primi quaranta chilometri la strada è in buone condizioni, i chilometri successivi, però, sono tortuosi, per cui consigliamo di andare molto piano. Dopo aver percorso una vallata circondata da montagne, si giunge nei pressi di una “terrazza” che offre la meravigliosa vista della baia disseminata di isolette, tra le quali spicca in modo particolare Isla Angel de la Guardia. Una spiaggia di Baja California
L’arcipelago di isole di sono area protetta dal 1978 ed ospitano numerose specie di uccelli. In particolare l’Isla de Raza è conosciuta a livello internazionale perché nel mese di aprile ospita circa trecentomila gabbiani e circa quarantamila rondini di mare reali. Grazie alle escursioni in barca, è possibile avvistare pesci dalla grossa taglia come mante, pesci martello, squali tigre, delfini ed anche balene che si addentrano nel Mar di Cortéz. Nell’entroterra consigliamo di fare escursioni sulla Sierra San Borja oppure nei presswi delle miniere di Santa Martha e di San Juan. A Bahia De Los Angeles oltre ai molti alberghi e ristoranti c’è anche un campeggio per camper. Da ricordare che non ci sono distributori di benzina; né in paese né lungo la strada che da El Crucero porta a Bahia.

A circa duecento chilometri a sud di Ensenada e poco più di quattro ore d’auto dagli Stati Uniti, si trova la città di San Quintin che si affaccia su una delle più vaste baie della costa occidentale. L’attrattiva di questa zona è l’omonima laguna, raggiungibile dal paese percorrendo una strada sterrata che reca l'indicazione di zona naturalistica. Tra due altipiani affacciati sul Mare de Cortéz si trova la cittadina di Santa Rosalia che tra il 1880 e il 1950 è stata un centro di estrazione del rame sfruttato dalla compagnia francese del Boleo. Lungo le vie della città sono tuttora esposte locomotive, carrozze, e carrelli per il trasporto del rame. Altra testimonianza del passato storico della città è la Chiesa di Santa Barbara, disegnata nel 1887 da Gustave Eiffel per partecipare all’Esposizione di Parigi del 1889 dove vinse il secondo premio. La chiesa, completamente costruita in ferro, fu acquistata da alcuni dirigenti della “Compañia El Boleo” che qui la fecero trasportare e ricostruire nel 1897. Nel cuore del Deserto Centrale de la Baja Claifornia sorge la piccolissima città di Cataviña, caratterizzata da un semplice hotel ed una stazione di servizio. Qui potrete visitare le rovine del Rancho Hernandez o fermarvi ad ammirare le pitture e le incisioni rupestri lasciate dai Nativi alla Cueva Pintada. Non sono raccomandate escursioni prolungate nei mesi che vanno da maggio a settembre a causa delle alte temperature.

Proseguendo verso nord, a circa centoventi chilometri da Cataviña, vi è il piccolo centro abitato di El Rosario, arricchito da strane conformazioni rocciose ed enormi massi oltre che da una vegetazione molto bizzarra. Infatti per gli amanti della botanica qui è possibile ammirare una vegetazione esotica; vi sono diverse varietà di cactus, alcuni dei quali raggiungono anche i venti metri d’altezza, e numerose specie di piante tipiche dell’ambiente desertico.
Paesaggio Baja California CLIMA
Data la vastità del territorio e le diverse conformazioni geologiche, lo stato della Bassa California presenta condizioni climatiche abbastanza variabili. Infatti si passa dal tipico clima mediterraneo del nord al secco clima tropicale del sud. La stagione ideale per visitare questo territorio va normalmente da maggio ad ottobre. Nei mesi di luglio, agosto e settembre la temperatura può arrivare fino a 45° C.
Temperature medie in gradi centigradi:
  Gen. Feb. Mar. Apr. Mag. Giu. Lug. Ago. Set. Ott. Nov. Dic.
Mexicali 22 23 25 28 28 35 35 36 36 29 25 22
Ensenada 22 22 23 23 25 26 26 28 28 28 25 23
Tijuana 22 23 23 25 25 28 28 29 29 29 26 23
San Felipe 22 23 25 26 26 32 32 33 33 32 26 23
Tecate 20 20 22 22 22 26 26 29 29 28 23 20
<<< torna alla mappa
 
Copyright 2007 Messico.EU - all rights reserved - Privacy Policy