:: HOME ::
INFORMAZIONI
Consigli di Viaggio
Storia
Geografia
Economia
Arte
Cultura
Gastronomia
Eventi e Festività
Viabilità
Sicurezza
Trasporti
Voli Internazionali
Siti di Immersioni
Stati Messicani
DA VISITARE
Acapulco
Case Mexicane
Chichen Itza
Monte Alban
Palenque
Ria Lagartos
Riviera Maya
Siti Maya
Teotihuacan
Da non perdere...

CULTURA
Con una popolazione di circa cento milioni di persone il Messico è una delle nazioni più popolate del mondo. Il 60% degli abitanti è di origine meticcia, soprattutto di discendenza spagnola; il 30% appartengono a varie nazioni indigene; il 9% degli abitanti è di origine europea invece il restante 1% è composta da ebrei, arabi, turchi, cinesi e giapponesi.

Il Messico è lo stato che ospita il maggior numero di statunitensi che vivono al di fuori degli U.S.A. Ciò è dovuto non solo ai legami economici fra i due paesi ma anche al fatto che il Messico è un'ottima meta di ritiro dalla vita frenetica. Nonostante il territorio messicano sia occupato da circa cinquantasei etnie, gran parte di queste parla lo spagnolo. Ufficialmente lo Stato non ha una lingua ufficiale ma riconosce sessantadue lingue amerindie, come il nahuatl, il maya e il lacadon. La lingua inglese, parlata in tutto il mondo, in Messico è conosciuta solo nelle grandi città e viene parlata solo dai giovani.

Di notevole importanza è la comunità di Chipilo nello stato di Puebla, fondata nel 1882 da immigrati provenienti dal Veneto. Mentre tutti gli altri europei di origine non spagnola hanno perso la loro lingua originaria, gli abitanti di Chipilo conservano in modo inalterato la lingua veneta parlato dai loro nonni. Nonostante ci siano delle divergenze sull’aspetto linguistico, per quanto riguarda la religione sembra che la popolazione sia concorde nel riconoscere come religione fondamentale quella cattolica, alla quale seguono varie confessioni protestanti. Alcuni amerindi, pur dichiarandosi cattolici, praticano in realtà una religione sincretista, che mescola il cristianesimo e alcuni elementi degli antichi culti aztechi e maya. Nelle principali città è diffusa: la Chiesa dei Santi dell'Ultimo Giorno; l'ebraismo e l’islamismo.

In Messico a partire dagli anni Cinquanta del Novecento sono state avviate numerose e incisive campagne governative per ovviare al dilagante analfabetismo; basti pensare che l’istruzione primaria è gratuita e obbligatoria per i bambini dai 6 ai 14 anni di età. I più importanti atenei sono l’Università nazionale autonoma e l’Istituto politecnico nazionale, entrambi con sede nella capitale; vanno citati anche l’Università autonoma del Puebla, oltre a quelle di Guadalajara e di Jalapa. Tra le principali istituzioni culturali citiamo inoltre il Museo nazionale di storia e il Museo nazionale di antropologia, entrambi a Città di Messico; infine è da ricordare il Museo archeologico di Mérida.

La cultura messicana è molto eterogenea; infatti le locali tradizioni degli amerindi si fondono con gli usi coloniali spagnoli e con gli stimoli provenienti dai confinanti Stati Uniti. Ancora oggi nelle aree rurali è viva la cultura degli indios, dei maya, degli aztechi e dei toltechi. Nelle zone urbane, invece, prevalgono le influenze europee e americane. Nella zona del Chiapas alcune popolazioni indigene non vedono di buon occhio i turisti, per la tendenza a far fotografie che vengono vissute in modo molto negativo perché considerate poco rispettose dei loro usi e costumi.

Nell’ambito della musica popolare la lista è molto ampia: va dalle danze tradizionali di origine india alla musica ranchera. Altro genere musicale è il corrido, derivato dalla romanza spagnola, con il quale si raccontano fatti di cronaca, storie e leggende. Gli stili tradizionali più frequenti nella canzone messicana sono: il son; la canción ranchera; i ritmi importati dai Carabi, come il mambo, la salsa e il merengue; il bolero e la cueca. Gli strumenti tradizionali, come tamburi doppi, nacchere, flauti, sonagliere, rasperai, sono utilizzati nelle feste durante le quali si eseguono danze indie.
 
Copyright 2007 Messico.EU - all rights reserved - Privacy Policy