:: HOME ::
INFORMAZIONI
Consigli di Viaggio
Storia
Geografia
Economia
Arte
Cultura
Gastronomia
Eventi e Festività
Viabilità
Sicurezza
Trasporti
Voli Internazionali
Siti di Immersioni
Stati Messicani
DA VISITARE
Acapulco
Case Mexicane
Chichen Itza
Monte Alban
Palenque
Ria Lagartos
Riviera Maya
Siti Maya
Teotihuacan
Da non perdere...

SITI DI IMMERSIONI

In Messico le immersioni sono quasi sempre in sottocosta, nei giardini di corallo che si estendono verso sud. Una delle peculiarità della nota penisola dello Yucatan sono le immersioni nei "Cenotes", dei quali i più belli si trovano vicino alla città di Tulum; alcuni sono visitabili anche facendo snorkeling. All’interno dei Cenotes c'e' una visibilità eccezionale che può arrivare fino a 100 metri e la temperatura dell'acqua è di circa 24° C. In questi luoghi si trova la tipica vita marina di acqua dolce ma immergersi vuol dire anche incontrare formazioni rocciose, stalattiti e stalagmiti. I “cenotes” sono dei bacini al cui interno viene raccolta l’acqua dolce per poi penetrare attraverso il suolo poroso e raggiungere l'oceano attraverso una rete di fiumi sotterranei; durante l'era glaciale, parte di questi si prosciugò e l'acqua, gocciolando attraverso il suolo poroso, creò magazzini minerali dalle splendide forme; si sono create così le stalattiti e le stalagmiti, meravigliose formazioni calcaree all’interno di grotte che vennero poi nuovamente riempite dall'acqua quando i fiumi ripresero a scorrere in superficie.
I “cenotes”, sono vere e proprie cattedrali carsiche, grotte piene di acqua dolce in mezzo alla foresta dello Yucatan. E’ in questi pozzi naturali, che un tempo i popoli Maya avevano le loro riserve di acqua potabile pura e fresca.

Attualmente i “cenotes” sono diventati il luogo dove effettuare immersioni tra le più belle del mondo. In Messico, altra località nota per le immersioni è sicuramente l’Isola di Cozumel; il clima è tropicale, la temperatura esterna varia da un minimo di 25° a un massimo di 35° C. mentre la temperatura dell'acqua è sempre tra i 28° e i 30° C. con una visibilità di circa 60 metri.

Fra la costa e la barriera si trovano ampie zone di sabbia bianchissima dalla quale si alzano piccoli reef corallini che formano un piccolo reef interno. Nei reef di Cozumel, essendo parte di una delle più grandi barriere coralline del mondo, è vietato cacciare, pescare, indossare guanti, portare coltelli, ancorare imbarcazioni e, naturalmente, asportare qualsiasi cosa dal fondo. Caratteristiche peculiari delle immersioni sui reef di Cozume, sono le pareti vertiginose, le numerosissime grotte, la presenza di corrente, mai troppo forte.

Per chi non è un esperto subacqueo, il posto ideale è Playa del Carmen ove è possibile partecipare a corsi openwater, pressi i quali è possibile, per i subacquei già esperti, prendere brevetti di specializzazione.

Tra i siti di immersione citiamo: il Cerebros, chiamato così a seguito della dalla grande quantità di Corallo che è possibile ammirare sul fondo; Los Arcos caratterizzato da due archi che i sub possono esplorare nonché da una parete di circa cinque metri di altezza completamente coperta da coralli e spugne; Pared Verde frequentata soprattutto da subacquei esperti in quanto a volte la corrente è piuttosto forte; Moc-che Deep ideale per le immersioni facili. anche se la corrente che normalmente va da sud a nord spesso cambia direzione. Qui c’è una gran quantità di coralli e flora marina che fanno da habitat alla grande quantità di pesci, tartarughe, razze e cernie; Sabalos Reef considerato il sito di immersione più difficile tra quelli a bassa profondità per la forte corrente sempre presente; per questo consigliamo di nuotare sempre vicino al fondo e tagliare di traverso il reef evitando quindi di porsi controcorrente per non consumare tutta l'aria; Tortuga Reef è uno dei siti di immersione tra i più famosi di Playa per il gran numero di tartarughe che vi sono. Il reef è completamente avvolto da coralli e spugne dove vivono granchi, squali, pesci angelo, cernie e molti altri pesci; Barracuda Reef ha la forma di una mano aperta , qui e' possibile incontrare una grande quantità di animali marini.

La corrente normalmente è di forza media e quindi consigliamo sempre di stare vicino al fondo per non lottare contro essa; Mama Viña Wreck è la nave da pesca affondata nel 1995, utilizzata oggi per le attività subacquee. In questo sito di immersione abitano barracuda, razze e murene assieme a branchi di pesci tropicali.

 
Copyright 2007 Messico.EU - all rights reserved - Privacy Policy