:: HOME ::
INFORMAZIONI
Consigli di Viaggio
Storia
Geografia
Economia
Arte
Cultura
Gastronomia
Eventi e Festività
Viabilità
Sicurezza
Trasporti
Voli Internazionali
Siti di Immersioni
Stati Messicani
DA VISITARE
Acapulco
Case Mexicane
Chichen Itza
Monte Alban
Palenque
Ria Lagartos
Riviera Maya
Siti Maya
Teotihuacan
Da non perdere...

EVENTI E FESTIVITA'
In Messico il divertimento è assicurato; infatti in qualsiasi periodo dell’anno voi andrete vi troverete nel ben mezzo di una “fiestas”! La festa più caratteristica è sicuramente il Carnevale, durante il quale si tiene una lotta fittizia dei francesi contro i messicani, che coabitano queste terre. Per quanto riguarda le feste religiose, queste seguono il tradizionale calendario cristiano: Pasqua; il Lunedì di Pasqua; il Venerdì Santo; il Natale e Santo Stefano.

Tra le festività pubbliche contiamo:
  • la Festa della Costituzione: il 5 febbraio;
  • l’Anniversario della nascita di Benito Juarez: il 21 marzo;
  • la Festa dei Bambini: l’8 aprile;
  • la Festa del Lavoro: il 1° maggio;
  • l’Anniversario della Battaglia di Puebla: il 5 maggio;
  • la Festa Nazionale: il 1° settembre;
  • il Giorno dell’Indipendenza: il 16 settembre;
  • il Giorno della Razza: il 12 ottobre;
  • il Giorno della Rivoluzione: il 20 novembre.
Il natale in Messico, viene celebrato con la Posada, una rappresentazione cattolica che si tiene nelle nove notti tra il 16 ed il 24 di dicembre. La rappresentazione ha inizio con la scena del pellegrinaggio della Vergine Maria e di San Giuseppe, mentre cercano un posto dove trascorrere la notte ed attendere la nascita di Gesù Bambino. Quest'usanza fu introdotta dai missionari spagnoli per far apprendere alle persone indigene la religione cattolica dopo la conquista del Messico.

Le feste locali sono:
  • El Grito, ovvero l'insurrezione contro l'impero spagnolo capeggiata dal mitico padre Hidalgo, si tiene a Città del Messico nella notte del 15 settembre. Una folla enorme si riunisce nello Zocalo, tra la Cattedrale e il Palacio Nacional, per degustare i cibi venduti presso gli innumerevoli banchetti;
  • La festa della Madonna di Guadalupe si tiene a Città del Messico nella prima metà del mese di dicembre, a partire dal terzo giorno. La Virgen de Guadalupe (la Madonna nera di Guadalupe) è la patrona dell’intera America Latina ed essendo apparsa nel 1531 in Mexico a un giovane indigeno, per i messicani la ricorrenza di questo miracolo è di notevole importanza. Alla manifestazione religiosa prendono parte numerosi contadini provenienti da tutto il Messico che, tra l'undicesimo e il dodicesimo giorno ufficiale della festa, ballano ininterrottamente delle spettacolari danze;
  • La fiera di San Marco si svolge dal 18 aprile al 10 maggio nella città di Aguascalientes, capitale dell'omonimo stato. L’evento più importante avviene il 25 aprile, in occasione dell’anniversario del santo patrono che viene festeggiato con una grande parata seguita da rodei, corride, fuochi d'artificio e peleas de gallos, combattimenti di galli;
  • Il Carnevale di Huejotzingo è uno dei più affascinanti di tutto il Messico che raggiunge il culmine il martedì grasso con la battaglia tra due gruppi di abitanti del paese, i "francesi" e i "messicani".
  • La Dia de los muertos è un’ occasione per capire il rapporto che hanno i messicani con la morte. L’antico gruppo indigeno Tarasco credeva che i defunti potessero ritornare nelle proprie case in un giorno speciale dell’anno per visitare i loro cari; per cui la morte non rappresentava la fine della vita ma piuttosto la continuazione di questa in un altro mondo parallelo. I riti più impressionanti si tengono nei villaggi Purepecha intorno al lago Janitzio quando l'intera popolazione si riversa nei cimiteri dove porta cibo e bevande trascorrendo la notte a dialogare con i defunti;
  • La festa di San Isidro è il modo con il quale le donne dell'istmo celebrano la loro indipendenza, con bellissimi balli che culminano nella Tirada de Frutas, il 15 maggio, quando dall'alto dei tetti bersagliano con ortaggi gli uomini in strada;
  • La Voladores è la cerimonia che si svolge il 29 giugno a Papantla. I cinque partecipanti scalano un palo alto più di 20 m, al ritmo di suoni arcaici suonati da uno di loro. I quattro superstiti, che rappresentano uomini-uccello, vengono legati per i pedi con una fune e devono riuscire a scendere lentamente a terra mentre il palo gira;
  • Il Carnevale di San Juan Chamula nel Chiapas celebra i cinque "giorni perduti" del calendario Maya. Durante questa festa gruppi di uomini saltano attraverso una barricata incendiata davanti alla chiesa;
  • La Festa di San Isidro, si svolge a Juchitàn, presso Oaxaca. Le organizzatrici della festa sono le donne dell'istmo che, avendo il controllo del commercio locale, sono economicamente autonome; in questo giorno esse celebrano la loro indipendenza con bellissimi balli, e culminano nella Tirada de Frutas, il 15 maggio, quando dall'alto dei tetti bersagliano con ortaggi vari gli uomini in strada.
 
Copyright 2007 Messico.EU - all rights reserved - Privacy Policy